N.B: Nel Tattoo The Max NON si effettuano piercing di qualsiasi tipo, si fanno solo tatuaggi!

 

 Le zone più frequenti per farsi i piercing e i loro tempi di guarigione!

 

Ombellico: Tempo gdi guarigione; dai 3 ai 12 mesi. Lavarsi un paio di volte al giorno con sapone disinfettante. Portare vestiti comodi, tute, pantaloni larghi a bassa vita, se possibile.
Capezzolo: Tempo gdi guarigione; dai 4 ai 6 mesi. Lavarsi un paio di volte al giorno con sapone disinfettante. Levare bene le crosticine dal gioiello perchè, se dovessero entrare nel foro, sarebbero molto fastidiose. Passare un velo di disinfettante.
Labbro inferiore centrale: Tempo gdi guarigione; dalle 4 alle 6 settimane. Usare il collutorio disinfettante o acqua e sale per 4 o 6 volte al dì. Per l'esterno ovatta e disinfettante vanno più che bene. Levare le crosticine. Succhiare molto ghiaccio per i primi giorni (e limitarsi solo a quello).
Labbro superiore centrale:
Labbro inferiore laterale:
Guance:
Lingua: Tempo gdi guarigione; dalle 4 alle 6 settimane per guarire. La saliva è di per se un cicatrizzante, ma fare degli sciacqui con colluttorio disinfettante o acqua e sale per 5 o 6 volte al giorno non farà certo male. Per evitare che la lingua si gonfi molto, prendere dell'aulin (antifiammatorio). Sgonfiata la lingua, dopo 3-4 giorni si può cambiare l'orecchino con quello definitivo più corto! Non bere assolutamente cose calde fino a quando la lingua non sia completamente sgonfia. Questo valga anche per minestre e cibi fumanti. Evitare connilingui e pompe varie, almeno per un pò. In America ed in nord Europa si possono trovare in vendita preservativi per rapporti orali.
Narice: Tempo gdi guarigione; dai 2 ai 3 mesi. Disinfettare 2-3 volte al giorno con un cotton-fioc. disinfettare anche internamente, sopratutto se avete scelto le barrette. All'interno del naso passa l'aria che finisce nei polmoni, quindi è poco igenico avere focolai d'infezione che poterbbero aumentare l'apporto dei germi.
Setto nasale: Tempo gdi guarigione; da 6 alle 8 settimane. Ricordarsi di disinfettare bene con un cotton-fioc due o tre volte al giorno e levare le solite crosticine.
Sopracciglio: Tempo gdi guarigione; dalle 6 alle 8 settimane. Disinfettare 2 o 3 volte al giorno. Levare le crosticine lungo l'orecchino. Le risse giovano molto poco alla guarigione del vostro piercing. Il piercing al sopracciglio e propenso al rigetto, se entro 6 mesi il foro si è ristretto parecchio cavarselo prima che si rompa!
Lobo: Per i piercing alle orecchie ci vogliono dalle 4 alle 6 settimane per guarire. Il tragus è un pò più lento, ci vogliono dai due ai tre mesi per una guarigione completa. Disinfettare 2-3 volte al giorno, avendo cura di levare le crosticine.
Padiglione auricolare:
Tragus:
                      Genitali femminili:
Clitoride: Tempo gdi guarigione; dalle 4 alle 6 settimane. Le mucose hanno una grande irrogazione di sangue, quindi cicatrizzano in fretta. Sciacquarla almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante. Urinare senza problrmi; l'urina è il miglior rimedio germicida naturale che ci sia. 
Grandi labbra: Tempo gdi guarigione; un paio di mesi. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante.
Piccole labbra: Tempo gdi guarigione; dai 5 giorni al mese. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante.
                      Genitali  maschili:
Frenulo: Tempo gdi guarigione; un paio di mesi. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante.
Scroto: Tempo gdi guarigione; un paio di mesi. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante.
Perineo: Tempo gdi guarigione; dai 2 ai 3 mesi. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante.
Prepuzio: Tempo gdi guarigione; dai 2 ai 3 mesi. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante.
Prince Albert: Tempo gdi guarigione; dalle 4 alle 6 settimane. Potrebbe sanguinare per 12 ore, fino a 48. In questo caso mettete una garza fissata con un'elastico per fermare l'afflusso del sangue. Se dovesse continuare chiedere consiglio ad un medico. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante.
Ampallang: Tempo gdi guarigione; dai 4 ai 6 mesi. Se la barretta passasse per l'uretra potrebbe sanguinare anche per 48 ore. In questo caso mettete una garza fissata con un'elastico per fermare l'afflusso del sangue e metterlo a riposo una settimana. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante.
Apadravia: Tempo gdi guarigione; 6-7 giorni per riprendervi e 4-6 mesi per guarire. Potrebbe sanguinare anche per 48 ore. In questo caso mettete una garza fissata con un'elastico per fermare l'afflusso del sangue. Lavare almeno 2 volte al giorno, con sapone disinfettante. 
Dydoe: Tempo gdi guarigione; dai 2 ai 4 mesi. Niente pruriti anali e sciacquatelo con acqua e sapone disinfettante.
                       Gioielleria:

Per i piercing appena fatti, bisogna scordarsi di usare materiali come argento, ferro, rame o plastica, non siamo più nei seventhies. Il miglior materiale risulta essere l'ac­ciaio 316 L, l'acciaio usato in chirurgia.

Questa lega è formata da una percentuale del 10,5% di cromo, che nella fusione si dispone in superficie, formando una pellicola consistente, ossidata e protettiva. Inoltre',, le piccole percentuali nella lega di carbonio, molibdeno e nichel, ne prevengono la cor­rosione. Il Nichel ne rinforza la resistenza. Oltre tutto, in questa lega speciale, le sue par­ticelle non vengono rilasciate, così da non creare problemi agli allergici al Nichel.

Negli ultimi tempi sono stati migliorati anche gli orecchini di acciaio chirurgico, pren­dendo il nome di "acciaio da impianto elettro lucidato".

Gli istituti inglesi dividono questa lega in due categorie: " D" e "E" (in USA G° " 1" e "2"). La lega "D", quella che ci interessa, è usata per il suo basso contenuto di Nichel Molibdeno e Carbonio, che diminuiscono i rischi di corrosione intergranulare, formazione di delta-ferrosi ed i rischi di reazioni indesiderate. È consigliato per l'uso prolungato, quin­di anche per impianti sottocutanei permanenti.

Con 1'elettropulitura gli orecchini vengono elettrificati ed immersi in una soluzione aci­da, la successiva attività elettrochimica corrode la patina esterna del metallo, liscian­dolo perfettamente. Diminuiscono così i rischi di rigetto e infezione, infatti più la superficie è liscia e perfetta e più i batteri non potranno annidarsi facilmente.

Di orecchini in acciaio chirurgico se ne possono trovare quanti se ne vogliono, di tut­te le forme e di tutti i calibri, ma appena fatto il buco, il più indicato è senz'altro il cer­chietto con uno spessore massimo di 2 mm. oppure la gioielleria adeguata a quel par­ticolare piercing, come Studs da 1,6mm. o barrette da 1,6-2mm.

Per ogni piercing esiste un gioiello fatto apposta, starà a voi scoprirlo oppure comporlo, smontando palline, inserendo punte, coni e così via. I cerchi si possono trovare con uno spessore grande fino a 7mm., mentre le barrette raggiungono i 10 mm.

Esistono anche altri materiali con cui oggi i "padroni" fabbricano gioielleria da pier­cing. Il Titanio, per cominciare, è ampiamente usato anche in chirurgia ed è poten­zialmente anallergico e altamente bio-compatibile. Solitamente si usa in impiantologia il "Titanio Eli TI 6 AL 4V" formato dal 90% di Titanium, 6% Alluminium e dal 4% di Va­nadium. "I' Eli" è formato da un'unica microstruttura che lo rende inattaccabile.

Ultimamente, si comincia ad usare anche il Niobium che è un elemento estratto dal­la Niobite. Questa sostanza è presente anche nel corpo umano. Viene usato in chirur­gia per le sue qualità ipoallergeniche. Si trova anche colorato con un procedimento elettrolitico, che ne cambia il colore superficiale senza alterare le sue caratteristiche.

Comunque, una volta che i buchi sono guariti potrete inserire orecchini di osso, ar­gento, plexiglas, perspex, aghi da lana e ferri da calza, moschettoni, sigarette, abat-jour, tric e trac, sceviajasse e putipù.

Il plexiglas viene venduto in cilindri di qualsiasi spessore lo desideriate, è abbastan­za facile da lavorare e con un po' di fantasia e poca fatica otterrete dei buoni risultati.

Le possibilità di scelta in questo campo sono veramente infinite. Gli oggetti che po­trete trovare per il vostro arredamento corporeo non hanno limiti, eccetto quelli detta­ti dalla vostra fantasia. Esplorate i meandri oscuri dei ferramenta, delle mercerie, dei negozi di idraulica, di componenti elettroniche, di armi e pesca.

Buona fortuna e sarete comunque unici.